Seguici su

Nazionali

Copa America, Brasile eliminato ai rigori dall’Uruguay! Passa anche la Colombia

Pubblicato

il

Dorival Junior
Dorival Junior / LaPresse

La seconda giornata dedicata ai quarti di finale della Copa America 2024 ha emesso i suoi verdetti. Dopo che ventiquattro ore fa abbiamo visto qualificarsi l’Argentina di Lionel Scaloni e il sorprendente Canada, quest’oggi altre due sfide sono andate in scena per completare il quadro delle semifinaliste della competizione. Andiamo a vedere cosa ci hanno offerto i due incontri programmati nella mattinata italiana, Uruguay-Brasile e Colombia-Panama.

URUGUAY-BRASILE 0-0 (4-2 d.c.r.)

Dopo non aver convinto nel proprio percorso nel girone, il Brasile di Dorival Junior non riesce ad uscire dalle sue difficoltà ed esce di scena ai quarti di finale, battuto ai calci di rigore dall’Uruguay. Un match dal tasso agonistico elevato, in cui si è giocato poco e picchiato tanto. Al 73′, il cagliaritano Nahitan Nandez viene espulso per un fallo commesso ai danni di Rodrygo, ma nonostante l’inferiorità numerica la Celeste tiene botta. I 120′ di gioco si concludono senza particolari occasioni: per decidere chi va in semifinale si ricorre ai calci di rigore. Decisivi gli errori di Eder Militao e del neojuventino Douglas Luiz.

COLOMBIA-PANAMA 5-0

L’Uruguay di Marcelo Bielsa affronterà la Colombia, forse la squadra che sinora ha mostrato di essere maggiormente in forma. I Cafeteros hanno annichilito Panama con un sonoro 5-0. Partenza a razzo dei colombiani che dopo 8′ vanno a segno con John Cordoba. Sette minuti dopo, James Rodriguez raddoppia il vantaggio su rigore. A fine primo tempo, Luis Diaz trova il gol del 3-0 che chiude la partita prima dell’intervallo. Nella ripresa Panama fa gioco, ma è la compagine di Nestor Lorenzo a far male: il 4-0 lo firma Richard Rios al 70′, mentre è Miguel Borja a tempo quasi scaduto a siglare l’ultima rete trasformando un altro rigore.

Continua a leggere le notizie di OA Sport Calcio e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *