Seguici su

Atalanta

Gasperini non si pone limiti: “Champions? Non ci nascondiamo! Hojlund alla Haaland”

Gian Piero Gasperini si coccola Hojlund, quindi pone il mirino sulla prossima Champions League

Pubblicato

il

Foto: LaPresse

Sorride, e ne ha ben donde, Gian Piero Gasperini dopo la splendida vittoria della sua Atalanta in casa della Lazio. Un 2-0 quanto mai meritato nel 22° turno della Serie A 2022-2023 e una prestazione davvero maiuscola per i nerazzurri che, a questo punto, si trovano in terza posizione di classifica a braccetto con Roma e Milan. Il modo migliore per mettersi alle spalle il ko di Reggio Emilia contro il Sassuolo della scorsa settimana.

Atalanta da incorniciare

Il tecnico degli orobici non usa troppi giri di parole per descrivere quanto espresso in campo dalla sua squadra, in grado di tenere a bada la compagine allenata da Maurizio Sarri: “La migliore prestazione della stagione? Penso proprio di sì, anche perchè avevamo contro una grande avversaria che, a sua volta, ha giocato bene. Abbiamo messo a segno 23 tiri, davvero un numero impressionante. Una di quelle partite che ti possono dare grande fiducia verso il futuro, perchè realizzata contro una diretta concorrente. All’andata perdemmo in casa 0-2 nella nostra peggiore espressione dell’anno. Diciamo che siamo riusciti a ribaltare tutto. Voglio sottolineare la continuità e l’intensità messe in campo”. 

Mirino sulla Champions?

Con questo inizio di 2023 di altissimo livello la squadra di Bergamo è ampiamente in lizza per entrare nelle prime quattro e, quindi, prendere parte alla prossima Champions League. “Non ci siamo mai tirati indietro da questo punto di vista. Noi cerchiamo di fare il nostro massimo in ogni partita poi, quando mancheranno 10 giornate al termine, inizieremo nel caso a fare valutazioni di un certo tipo. Se sarà possibile saremo ben felici di cogliere questo traguardo straordinario, ma già quello che stiamo facendo ora penso sia da sottolineare”.

Rasmus Hojlund o Erling Haaland?

Un gol, giocate sensazionali e la consapevolezza di trovarsi di fronte a un talento che sta sbocciando. Il classe 2003 continua a impressionare e ormai per lui i paragoni si sprecano. “C’è poco da dire su di lui, è un diamante che va sgrezzato. Un ragazzo che ha a disposizione margini di crescita notevoli. Ha uno spirito, una energia, una intensità, una continuità e qualità nelle giocate che lasciano a bocca aperta. Sono sicuro che non potrà che crescere e fare una carriera di altissimo livello. Come Haaland? Beh, le caratteristiche sono simili, non solo a livello fisico. Lo si è visto anche questa sera, ha una accelerazione paurosa. Vi dico solo che corre i 100 metri sotto gli 11″…”.

Una nuova Atalanta

Gian Piero Gasperini conclude la sua analisi post-Lazio raccontando di avere tra le mani una squadra forte ma ben differente rispetto a quella di qualche anno fa che ha fatto la storia. “Siamo cambiati molto, senza dubbio. Nell’era precedente avevamo due giocatori come il Papu Gomez o Ilicic che avevano un tasso tecnico eccezionale. La squadra ruotava attorno a loro, noi davamo loro palla e sapevamo che non l’avrebbero mai persa. Ora siamo più corali, più veloci e più potenti. Caratteristiche che non avevamo, ma ora con elementi come Lookman o Koopmeiners, sappiamo che possiamo sfruttare anche quella possibilità”.

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *