Seguici su

Atalanta

Troppa Atalanta per la Lazio, Zappacosta e Hojlund stendono i biancocelesti

Una bellissima Atalanta passa in casa della Lazio al termine di un match spettacolare

Pubblicato

il

Foto: LaPresse

Un’Atalanta meravigliosa passa con il punteggio di 2-0 in casa della Lazio nell’anticipo del sabato del 22° turno della Serie A 2022-2023. Partita entusiasmante degli orobici che macinano gioco e creano tantissime occasioni da gol, trasformandone però troppo poche. Dall’altra parte i biancocelesti hanno subìto per lunghi tratti dell’incontro la pressione avversaria e hanno potuto fare davvero troppo poco per impensierire la squadra di Gasperini.

La situazione di classifica

A questo punto l’Atalanta raggiunge Milan e Roma in terza posizione a quota 41 punti, mentre la Lazio rimane ferma a 39 in sesta piazza con 9 lunghezze di margine sul Torino.

Gli schieramenti scelti dai tecnici

La Lazio è scesa in campo con il consueto 4-3-3 di mister Sarri con Provedel in porta, difesa composta  da Marusic, Casale, Romagnoli e Hysaj, quindi centrocampo con Milinkovic-Savic, Cataldi e Luis Alberto, mentre il tridente è composto da Felipe Anderson, Immobile e Zaccagni. L’Atalanta ha risposto con il solito 3-4-1-2 con Musso tra i pali, difesa con Toloi, Djimsiti e Scalvini, centrocampo composto da Hateboer, De Roon, Koopmeiners e Zappacosta, quindi Ederson, Hojlund e Lookman in attacco.

Il primo tempo 

La sfida dell’Olimpico prende il via in maniera esaltante. Le squadre si affrontano a viso aperto, ma sono i nerazzurri a prendere subito le redini dell’incontro. Dopo pochi minuti si può parlare davvero di “assalto” alla porta di Provedel, davanti al quale le occasioni fioccano da ogni parte. Ci prova subito Koopmeiners con una bella conclusione dal limite, quindi dalle fasce prima Hateboer, poi Zappacosta, sfiorano il vantaggio, e non siamo ancora arrivati al decimo minuto. Dopo pochi istanti Djimsiti stacca bene su calcio d’angolo, ma la palla sfiora la traversa. Non c’è un attimo di respiro, il gol è nell’aria, ma è la Lazio ad andarci vicinissima al 17′. Milinkovic-Savic riceve palla su un rilancio lungo, con un pezzo di bravura salta netto Djimsiti e si presenta tutto solo sulla lunetta dell’area di rigore. Il serbo è pronto per calciare in porta, ma arriva Immobile ad anticiparlo. Il centravanti calcia verso la porta, ma spara alle stelle. Occasione colossale gettata alle ortiche.

Ancora Atalanta 

Dopo questa parentesi riparte il monologo della squadra di Gasperini. Minuto 21′, Lookman si accentra, il suo tiro è deviato, Provedel non si fa sorprendere e smanaccia sulla traversa. Il fortino biancoceleste sembra non riuscire più a resistere e, infatti, arriva il gol. Minuto 23′. Zappacosta riceve sulla sinistra, si accentra al limite dell’area e lascia partire una conclusione meravigliosa a giro che si infila all’incrocio dei pali, laddove il portiere laziale non può arrivare. La Lazio è in confusione, mentre l’Atalanta attacca ma non è cattiva sotto porta. Si arriva al 35′, con Hojlund che aggredisce l’area di rigore avversaria con 40 metri palla al piede, scarica un bel diagonale rasoterra, ma la sfera lambisce il montante. I padroni di casa tengono con le unghie e con i denti e nel finale mettono il naso fuori dalla propria metà campo. Zaccagni recupera palla ai 25 metri, avanza indisturbato e scarica un bel tiro sul secondo palo, sul quale Musso si esalta. Si va al riposo sullo 0-1, risultato difficile da spiegare dopo tutte le occasioni viste.

Il secondo tempo

Mister Sarri prova a rivoltare la squadra come un calzino con un triplo cambio dopo pochi minuti, ma c’è già stato tempo per vedere Hojlund lanciarsi palla al piede verso la porta avversaria con 50 metri palla al piede. Quando arriva davanti a Provedel, però, si fa ipnotizzare e gli spara addosso. Le occasioni diminuiscono, l’intensità no. L’Atalanta è quella dei giorni migliori e non molla di un centimetro. La svolta arriva al 65′. Palla persa dei biancocelesti, Lookman dal lato corto di sinistra mette una palla splendida in mezzo sulla quale Hojlund va in spaccata, Provedel non c’arriva ed è 2-0. Nei minuti finali i padroni di casa ci provano, più con i nervi che con il gioco, ma la questione non cambia. L’Atalanta passa con merito e si rilancia dopo il ko contro il Sassuolo.

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *