Seguici su

Inter

L’Inter si risveglia, il Milan annaspa: tra la corsa al quarto posto e il derby di Champions League

Sei squadre per tre posti (escludendo gli uomini di Luciano Spalletti). E in questo catino infuocato troviamo anche Inter e Milan

Pubblicato

il

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu esulta dopo il gol al Verona (© LaPresse)

L’Inter si risveglia, il Milan annaspa: tra la corsa al quarto posto e il derby di Champions League

Un’annata combattuta quella di Serie A. E no, non stiamo parlando dello Scudetto; la pratica più importante il Napoli l’ha archiviata già qualche mese fa, nessuno è stato in grado di tenere il passo dei partenopei che per giunta, stasera potrebbero diventare matematicamente Campioni d’Italia. Ma ci riferiamo alla lotta per un posizionamento tra le prime quattro, che varrebbe l’accesso alla Champions League. Un calderone che ribolle e lo farà sino alla fine della stagione. Sei squadre per tre posti (escludendo gli uomini di Luciano Spalletti già qualificati). E in questo catino infuocato troviamo anche Inter e Milan.

Tra gioia e timore: si avvicina l’Euroderby

Le due milanesi da quando è iniziata la stagione 2022/23, si sono affrontate già in tre occasioni. La prima volta il 3 settembre 2022. Milan-Inter 3-2: una partita spettacolare arricchita dalle perle di uno dei migliori uomini dei rossoneri (se non il migliore), in grado di segnare due reti e servire un assist a Giroud. Stiamo parlando di Rafael Leao. La seconda stracittadina si è poi giocata il 18 gennaio 2023. L’undici di Simone Inzaghi ha piegato quello di Stefano Pioli con un netto 0-3. E la Beneamata in quella occasione, a Riyadh, non solo ha dominato in lungo e largo, ma ha anche portato a casa un trofeo: la Supercoppa Italiana.

Terzo e ultimo incontro, sino a oggi, la gara di ritorno in massima serie. Anche in questo caso a trionfare, è stata la squadra con il biscione sul petto. 1-0 di corto muso, volendo citare poeti calcistici contemporanei, con gol decisivo di Lautaro Martinez. Ma le partite tra le due compagini  non sono finite e non finiranno almeno sino al 16 maggio. Tra appena sei giorni ci sarà il primo ciak del doppio confronto europeo.

Un Euroderby, così ribattezzato, che varrà l’accesso alla Finale di Champions League, non una competizione qualunque. E in questa attesa che ci porterà alle sfide del 10 e 16 maggio, la voglia dei supporters di entrambe le tifoserie, probabilmente, è allo stesso tempo quella di giocare i due match per cercare di imporsi sugli avversari di una vita. Ma c’è anche il timore di uscirne da perdenti, rimediando una ferita che rimarrà impressa e tatuata insieme ad eventuali trofei futuri.

Come sta l’Inter

A poco meno di una settimana dal primo scontro, se si volessero tirare le somme dell’ultimo periodo, la squadra favorita, sembra essere proprio l’Inter. Lautaro e compagni nei tornei differenti dalla Serie A (Coppa Italia, la già citata Supercoppa e la Champions), si trasformano e cercano di azzannare la preda. Lo hanno fatto col Porto, si sono ripetuti con il Benfica e, con il Milan, tenteranno di fare lo stesso. Occhio perché le sei scoppole rifilate al Verona e le tre in rimonta alla Lazio (seconda forza del campionato), in attesa della Roma, sono un segnale di forza chiaro. Quarto posto attuale e voglia di fare la differenza anche in Europa.

Come sta il Milan

Per quanto riguarda il Milan, invece, il periodo non sembra dei più rosei. Nella serata di ieri i rossoneri hanno pareggiato una complicatissima sfida interna contro la Cremonese per 1-1, riuscendo a siglare l’unica rete segnata solamente al 93esimo. Tra l’altro alquanto fortunosa. Nel turno precedente con la Roma non hanno certamente brillato e anche all’Olimpico, da una situazione di svantaggio, hanno recuperato con un gol in zona Cesarini. 1-1 al 97esimo grazie a Saelemaekers. Sembrano evidenti le difficoltà sotto porta, ma anche per Leao e compagni, la Champions, è un’altra storia. In questo momento la posizione occupata i Serie A è la sesta. Adesso non resta che attendere perché la clessidra ci sta inesorabilmente portando verso un San Siro già sold out (LEGGI QUI).

Foto: LaPresse

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *