Seguici su

Calcio italiano

Serie A movimentata? 4 Campioni d’Italia diversi in 4 anni, non succedeva da più di 20 anni. I precedenti

Il Napoli si è sempre inserito in quadrienni segnati da grande alternanza, ma non mancano altre outsider

Pubblicato

il

(© LaPresse)

Lo scudetto del Napoli, arrivato inaspettato dopo oltre 30 anni e senza Diego Armando Maradona a guidare la squadra sul campo, è riuscito a spezzare anche il duopolio sviluppatosi sull’asse Milano-Torino con Inter, Juventus e Milan a dividersi per un ventennio i campionati di Serie A.  

Scudetto Capitale 

Prima della squadra di Luciano Spalletti era stata la doppietta delle romane (Lazio nel 2000 e Roma l’anno successivo) a portare il tricolore fuori dal triangolo composto dalla Juve e dalle milanesi.

Tra l’altro, quella doppietta delle romane si inserì in un quadriennio caratterizzato da quattro vincitori diversi: il Milan nel 1999, Lazio e Roma, e infine la Juventus nel 2002.   

Ricorsi 

Una situazione che si è riproposta anche in questa stagione: il tricolore andato in questa stagione al Napoli, infatti, era stato prima di Milan, Inter e Juventus, andando in ordine a ritroso dal più vicino al più lontano del tempo. Non si tratta, però, di una novità assoluta, almeno dal secondo dopoguerra. In totale, questo trend si è verificato sei volte, 2022/23 incluso.

Coincidenze

Curiosamente tutti gli scudetti vinti dal Napoli rientrano in questi filotti caratterizzati da grande alternanza nella conquista della Serie A: era accaduto anche nei due quadrienni 1985-89 (insieme a Verona, Juventus e Milan) e in quello 1988-91 (con Milan, Inter e Sampdoria).

Outsider

La prima volta che si è verificato uno scenario simile (sempre non tenendo conto del periodo pre 1945) è stato nel 1961-64 quando in fila vinsero Juventus, Inter, Milan e Bologna. 

Alla fine dello stesso decennio, nel periodo 1967-71, invece, ad alternarsi nella vittoria della Serie A furono Juventus, Milan, Fiorentina, Cagliari (al primo e finora unico tricolore) e Inter.

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *