Seguici su

Atalanta

Pagelle Atalanta-Sporting Lisbona 1-1, voti Europa League: Scamacca fa e disfa, Edwards entra troppo tardi

Pubblicato

il

Scamacca Atalanta LaPresse
Foto: LaPresse

Si chiude sul punteggio di 1-1 il match tra Atalanta e Sporting Lisbona, valevole come quinto appuntamento della fase a gironi dell’Europa League 2023-2024. Al Gewiss Stadium la partita ha visto due tempi ben distinti. Il primo tutto di marca orobica, il secondo con i portoghesi che si sono fatti preferire. La rete del vantaggio dei nerazzurri porta la firma di Scamacca (prima rete europea stagionale per l’attaccante romano) che, tuttavia, a inizio ripresa spreca malamente una occasione colossale per il 2-0. Nella ripresa ci pensa il neo-entrato Edwards a scuotere i suoi, segnando il gol del pareggio e dando il là al tentativo di rimonta. Non va a buon fine e si chiude con un 1-1 che garantisce il primo posto del girone alla squadra di Gasperini. Andiamo, quindi, a consegnare le pagelle del match di Bergamo.

PAGELLE ATALANTA-SPORTING LISBONA 1-1

ATALANTA (3-4-1-2)

Musso 6 – Per 55 minuti assiste alla partita dei compagni perchè lui, oggettivamente, non deve compiere nemmeno un intervento. Poi, di colpo, cambia tutto. Prima si trova Edwards tutto solo da due passi e non può opporsi alla rete dell’1-1. Quindi, sul doppio palo di Goncalves ringrazia gli Dei del calcio, e successivamente lo stesso attaccante quando, al 70°, calcia incredibilmente a lato a tu per tu con il portiere argentino.

Scalvini 6 – Il giovane difensore orobico gioca come braccetto di destra e spesso deve coprire le sortite offensive di Hateboer. Non ha colpe particolari sulla coscienza e nel complesso è l’elemento più positivo del pacchetto arretrato. Dall’86’ Bakker SV

Djimsiti 5 – In avvio perde malamente Gyokeres e per un soffio non arriva subito l’1-0 dei lusitani. Nell’azione dell’1-1. poi, non chiude a dovere l’attacco lusitano e conferma di essere in notevole sofferenza. Nella seconda parte dell’incontro la retroguardia atalantina dà davvero il senso di essere in apnea.

Kolasinac 5 – Gasperini lo propone titolare nonostante rientri da un periodo complicato a livello fisico. Purtroppo per il bosniaco, si vede ampiamente in campo. Un po’ troppo impreciso in alcuni momenti, sbaglia completamente il tempo sull’azione dell’1-1 e favorisce la rete. Nelle battute conclusive i biancoverdi arrivano da tutte le parti e lui arranca, con il gravoso compito di fermare Edwards. Dall’86 Holm SV

Hateboer 6 – L’esterno oranje ha la licenza di spingere e, soprattutto nella prima frazione di gioco, lo fa con frequenza. Anzi, in alcune occasioni per trovare spazio va anche ad accentrarsi e risulta imprevedibile. Con il passare dei minuti si mette l’elmetto con i compagni per difendere gli attacchi portoghesi.

de Roon 6 – Il capitano, come sempre, si rimbocca le maniche per la sua partita “in trincea”. Si fa sempre vedere in appoggio ai compagni e, visto il suo ruolo, è anche prontissimo a garantire la giusta copertura, ma non sempre riesce nel suo scopo.

Ederson 5.5 – Reduce da una serie di prestazioni di alto livello, questa sera il brasiliano non ha brillato in maniera particolare. Nelle due fasi risulta impreciso. Non riesce a mettere in campo la sua qualità, mentre in fase di non possesso non dà una mano corposa a de Roon.

Ruggeri 5.5 – L’esterno nerazzurro deve pensare più alla copertura più che alla spinta. Non riesce a rendersi pericoloso nella metà campo avversaria, né con incursioni, né con cross. La buona volontà c’è, ma non è in serata.

Koopmeiners 6 – L’olandese, come suo solito, agisce alle spalle delle due punte e prende per mano il gioco offensivo dei nerazzurri. Serve l’assist per l’1-0 di Scamacca con un tocco preciso che libera il centravanti ma, con il passare dei minuti perde di efficacia in fase d’attacco. Dal 69′ Miranchuk 5.5 – Gasperini lo getta nella mischia per provare qualche guizzo in zona d’attacco, ma il del russo abbiamo avuto pochissime notizie nella parte di match avuta a disposizione.

Lookman 6.5 – Gioca in funzione di Scamacca e lo serve nella maniera giusta in diverse occasioni. Al 48° manda in porta il suo compagno di reparto, ma l’assist viene sprecato. Prova a risultare il regista avanzato della squadra, ma in alcune occasioni i compagni non lo assecondando nel migliore dei modi. Dal 64′ Pasalic 6 – Il centrocampista croato dà solidità al reparto, ma non riesce a farsi vedere come suo solito in fase offensiva.

Scamacca 6.5 – Il centravanti romano inizia subito andando a segno dopo un bel passaggio filtrante, ma il VAR gli nega la gioia del gol per questioni di millimetri. Si rifà con gli interessi al 22° con una conclusione spettacolare dai 25 metri che si insacca all’incrocio e lascia di stucco il portiere portoghese. A inizio ripresa, però, si divora una occasione solo davanti ad Adan e calcia incredibilmente a lato. Errore pesantissimo. Poteva chiudere il match, invece lo mantiene aperto e lo Sporting ne approfitta. Dal 64′ Muriel 5.5 – Entra in campo per provare a ridare vivacità all’attacco nerazzurro. Non combina granchè e, anzi, in alcune occasioni è anche impreciso.

All. Gasperini 6.

SPORTING LISBONA (3-4-3)

Adan 6; Diomandé 5.5, Inacio 5.5, St Juste 6 (dall’81’ Coates SV); Esgaio 5.5 (dal 46′ Catamo), Hjulmand 6 (dal 77′ Nuno Santos SV), Morita 6, Matheus Reis 5.5; Pedro Goncalves 5, Gyokeres 6, Trincao 5 (dal 46′ Edwards 7). All. Amorim 6.

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *