Seguici su

Atalanta

Pagelle Atalanta-Milan 3-2, voti Serie A: Muriel decisivo, Lookman ubriacante. Chukwueze assente

Pubblicato

il

Lookman_Atalanta_Lapresse

Atalanta-Milan, il sabato della Serie A 2023-2024 prosegue con un altro incontro del programma della quindicesima giornata. Al Gewiss Stadium gli uomini di Gasperini contro quelli di Pioli. Ecco le pagelle del match.

PAGELLE ATALANTA-MILAN 3-2

ATALANTA

Musso 6 – Sui gol subiti non può nulla. Sulle uscite si fa trovare pronto.
Scalvini 7 – Si riscatta dopo la prestazione di cinque giorni fa contro il Torino. Valoroso nei contrasti, non rinuncia a proiettarsi in attacco.
Djimsiti 5,5 – Al centro della difesa gioca bene nella prima mezz’ora, poi la sua autonomia fisica scende e comincia a fare fatica.
De Roon 6 – Posizionato. Gioca una partita d’esperienza senza troppi rischio o svolazzi.
Zappacosta 6,5 – Partita di personalità dell’esterno, che si deve confrontare contro Pulisic e Theo Hernandez. Gioca i duelli a viso aperto, spesso vincendoli.
Pasalic 6 Il croato mette ordine, a tratti, in una partita dai ritmi incalcolabili. Non perde mai la bussola (87′ Adopo sv).
Ederson 6 – Si lega a Pasalic girando intorno al croato per proteggerlo. Abbottonato.
Ruggeri 6,5 – Non si tira indietro quando c’è da battagliare mostrando attenzione e fisicità (90’+8′ Holm sv).
Koopmeiners 6 – Non la migliore versione dell’olandese, che comunque ci mette sostanza nel mezzo.
Lookman 8 – Scatenato il nigeriano. Segna due gol, crea pericoli, detta i tempi. Imprendibile (82′ Miranchuk 7 – Causa l’espulsione di Calabria, trova l’assist per Muriel. Ingresso eccezionale del russo).
De Ketelaere 6 – Parte malissimo sbagliando un gol già fatto. Poi si riprende confezionando l’assist del momentaneo 2-1 (82′ Muriel 7,5 – Gol pazzesco quello del colombiano che, con il suo colpo di tacco, fa vincere la partita ai bergamaschi).

All. Gasperini 7 – Cambia al momento giusto fiutando il modo di vincere la partita.

MILAN

Maignan 6,5 – Il portiere francese si rende autore di due ottime parate. Sui gol subiti non può nulla.
Calabria 4 – E’ il peggiore in campo. Il capitano del Milan finisce addirittura con l’espulsione una gara incredibilmente negativa.
Tomori 5 – Causa il vantaggio iniziale dell’Atalanta con una deviazione sfortunata, poi si perde Lookman in occasione del raddoppio bergamasco. Giornataccia per il difensore inglese.
Theo Hernandez 6 – Parte in maniera arrembante, poi scende un po’, ma sulla sua fascia non si tira indietro quando c’è da giocare a viso aperto.
Florenzi 5,5 – Fa un po’ il regista un po’ l’uomo deputato agli aiuti sull’esterno. Gli riesce tutto un po’ male.
Loftus-Cheek 5 – Poco brillante fisicamente. Sballottato per il campo in cerca di una posizione che non trova mai (71′ Jovic 7 – Entra e segna. E’ l’uomo più caldo dell’attacco rossonero).
Reijnders 5 – Non riesce mai a sgasare e contestualmente a proteggere la sua retroguardia (88′ Adli sv).
Musah 5,5 – Un po’ come Florenzi, vaga per il campo senza riuscire a partorire una partita sufficiente.
Chukwueze 5 – Non entra mai in partita. Senza guizzi a Bergamo (59′ Bennacer 6,5 – Entra e mette ordine nella formazione rossonera, forse Pioli avrebbe potuto metterlo prima).
Giroud 6,5 – Al rientro, nonostante una partita imballata, riesce a timbrare il cartellino con una prodezza aerea.
Pulisic 6,5 – E’ l’anima offensiva del Milan. Nella ripresa, dopo essere stato marcatissimo, riesce anche a sfornare un assist che però, alla fine, non basta alla causa rossonera.

All. Pioli 5,5 – La sua squadra, viste le assenze, è molto permeabile. Va vicino a prendersi un punto su un campo difficile, ma alla fine cede.

Foto: Lapresse

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *