Seguici su

Le pagelle

Pagelle Fiorentina-Frosinone 5-1, voti Serie A: Viola straripante, rinascita Belotti, super Dunacan

Pubblicato

il

Fiorentina
I giocatori della Fiorentina esultano (© LaPresse)

PAGELLE FIORENTINA-FROSINONE 5-1

FIORENTINA

Terracciano 6,5. Il portiere della Viola gioca una partita importante. Mai realmente troppo in sofferenza, quando deve intervenire risulta essere attento e sul pezzo.

Kayode 6. Gaia senza troppi acuti per lui in una giornata di trionfo viola. Si vede raramente in avanti e si dedica maggiormente alla fase difensiva e riesce a contenere gli avversari.

Milenkovic 7. Partita sontuosa per lui che riesce a spazzare via qualsiasi avversario pronto a minare la sicurezza difensiva toscana. Riesce a giocare di anticipo e, soprattutto, a ringhiare sulle caviglie dei giocatori ciociari.

Martinez Quarta 6,5. Partita da ricordare per lui. Non solo riesce a incidere con una super rete staccando altissimo a seguito di un calcio d’angolo battuto perfettamente, ma in fase difensiva è impeccabile. Peccato solo per il giallo. Dal 75′ Comuzzo: s.v.

Biraghi 6,5. Il capitano della Viola, sul pezzo per tutto il corso del match, corre avanti e indietro per tutto il campo e non si ferma un istante. Infaticabile, dà filo da torcere ai calciatori del Frosinone e gioca una super gara. Suo l’assist dalla bandierina per Martinez Quarta.

Mandragora 6. Partita ordinata la sua, che deve amministrare il pallone e contrastare energicamente gli avversari frusinate. Ci riesce e dà un buon contributo alla propria squadra soprattutto dal punto di vista fisico e dell’intensità.

Duncan 7. Un Duncan in formato super trascina in maniera importante la propria squadra al successo. Riesce a servire due assist entrando di fatto in due dei quattro gol segnati dai suoi, e in interdizione è decisivo. Dal 75′ Arthur: s.v.

Ikonè 7,5. Da incorniciare la sua prestazione. Gol e assist per lui, scatenato quest’oggi su quella fascia di campo. Incubo della difesa del Frosinone, quando accelera è imprendibile.

Beltran 6,5. Non riesce a lasciare il segno nel corso del match ma la sua gara è estremamente importante. Gioca al servizio della squadra e riesce ad aprire spazi ai compagni. Dall’83’ Barak 6,5. Gioca poco ma gli basta per segnare il gol del pokerissimo.

Nico Gonzalez 6,5. Se per larghi tratti del match resta isolato e non troppo presente, pian piano si adatta al ritmo del match e riesce a segnare anche la rete del 4-0. Dal 60′ Bonaventura 6,5. Entra al meglio in partita e corre per tutto il campo.

Belotti 7. Vincenzo Italiano sarà estremamente felice di aver ritrovato Belotti. Per larghi tratti è tornato a essere il calciatore visto a Torino. Ha tenuto alta la squadra e ha aperto spazi. Suo il gol in grado di sbloccare il match. Dal 75′ Nzola: s.v.

FROSINONE

Turati 6. Subisce cinque reti ma riesce a rimanere in partita. Incolpevole in praticamente tutte le occasioni, prova a dare il meglio di sé.

Gelli 5,5. Provato nell’insolita posizione di esterno di difesa, non gioco una partita da ricordare. Si lascia saltare spesso e volentieri in avanti si vede davvero poco. Insufficiente. Dal 78′ Cheddira: s.v.

Okoli 4,5. Partita disastrosa per lui che non riesce mai a contenere i giocatori della Fiorentina e si fa trovare praticamente sempre fuori posizione e disattento.

Monterisi 5. Come il resto della difesa frusinate, quest’oggi disputa una partita da dimenticare. Non gli riesce nulla e non riesce ad arginare gli avversari. Dal 46′ Romagnoli: 5,5. Si fa ammonire e non riesce a stare dietro ai giocatori Viola.

Valeri 4,5. Ikone è costantemente una spina nel fianco e non riesce mai a fermarlo. Non da lui una gara simile, in difesa fa acqua da tutte le parti. In avanti è praticamente un ologramma.

Mazzitelli 6. Segna l’unico gol, quello della bandiera, e questo gli fa aumentare un voto che, altrimenti, sarebbe stato decisamente insufficiente.

Barrenechea 5. A centrocampo non dà sostanza, non corre, e non riesce a creare la superiorità numerica nella metà campo avversario. Anche per lui è una partita shock. Dal 66′ Reinier: 5. Non riesce ad aiutare i suoi e risulta fumoso.

Harroui 5,5. Prova ad accendersi ma mai realmente in maniera pericolosa. In avanti viene costantemente chiuso dagli avversari e non spinge i suoi verso situazioni velenosi. Dal 65′ Brescianini: 5,5. Poca sostanza a centrocampo.

Soulé 5,5. Giornata che definire complicata sarebbe eufemistico. In ombra per tutto il corso del match, in data odierna non è riuscito a segnare con una zampata delle sue.

Kaio Jorge 5. La difesa della Viola, perfetta, lo argina a meraviglia e non si gira praticamente mai verso la porta. Il suo contributo in attacco è praticamente nullo.

Seck 5,5. Si adatta al ritmo dei suoi è in avanti si spinge in avventura molto spesso stroncate sin dai primi sviluppi. Dal 46′ Lirola: 5. Tutt’altro che coraggioso, non dà la giusta spinta ai suoi.

Foto: LaPresse

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *