Seguici su

Le pagelle

Pagelle Torino-Lazio 0-2, voti Serie A: Guendouzi la apre, mago Luis Alberto

Pubblicato

il

Lazio
I giocatori della Lazio esultano (© LaPresse)

PAGELLE TORINO-LAZIO

TORINO

Milinkovic 5,5: in occasione della rete di Guendouzi avrebbe potuto fare decisamente meglio e si fa bucare dal tiro del calciatore biancoceleste.

Djidji 5: gara complessa per lui che deve vedersela contro una Lazio propositiva e pronta a fare male soprattutto in fase di ripartenza. Non regge sempre le sortite offensive della compagine guidata da Maurizio Sarri. Dal 75′ Tameze: s.v.

Lovato 5,5: il centrale del Toro si comporta bene soprattutto nel corso della prima frazione. A partire dai secondi quarantacinque minuti invece, cala d’intensità e ritmo.

Masina 6: buona la sua prova. L’ex Bologna riesce a difendere bene e a rimanere attento nonostante il calo nel secondo tempo. In avanti è pericoloso in più di un’occasione e con uno stacco, per poco, non sblocca la partita che esce di un nonnulla al lato. Dall’85’ Pellegri: s.v.

Bellanova 6,5: spinge molto sulla fascia l’ex Cagliari che, soprattutto nel primo tempo, impensierisce e non poco i calciatori avversari. Taglia centralmente il campo e prova ad aprirsi spazi.

Linetty 5: da dimenticare la sua prestazione oggi. Dovrebbe dare sostanza e fisicità al centrocampo ma non ci riesce minimamente. Inconsistente, si fa anche ammonire e difficilmente segue gli avversari. Dal 75′ Gineitis: s.v.

Ilic 6: si impegna e prova a lottare. Svaria e tenta di dare imprevedibilità nel corso delle manovre offensive. Non riesce a pungere però e si spegno man mano. Dal 55′ Ricci 6: entra bene in partita e si adegua al ritmo alto.

Lazaro 6: l’ex Inter corre per tutta la fascia e deve fare gli straordinari specialmente nel corso del primo tempo. Deve seguire i tagli di Isaksen e rimane vigile.

Vlasic 6,5: corre in avanti e si fa vedere anche indietro ad aiutare i compagni. Tenta di imbucare ma non sempre i palloni sono velenosi. Avrebbe potuto fare meglio e incidere maggiormente.

Sanabria 6: il paraguaiano quando non segna manca a questa squadra. Il suo lavoro però è sempre impeccabile, perché lavora spalle alla porta e tenta di creare scompiglio nella difesa avversaria.

Zapata 6: il colombiano regge l’urto fisico della difesa laziale e deve impegnarsi molto. Sbraccia e fa sentire i muscoli, apre spazi e si inserisce ma non arriva il gol.

LAZIO

Provedel 6,5: l’estremo difensore biancoceleste tiene in piede la propria squadra. Attento e vigile, riesce a parare le conclusioni avversarie e tiene botta.

Marusic 6: l’esterno laziale fa buona guardia. Si dedica maggiormente alla fase di contenimento e lo fa al meglio senza commettere alcuno svarione.

Romagnoli 7: il centrale biancoceleste è una vera e propria roccia. Dal suo lato non si passa: questo paletto lo pianta a inizio partita e nessuno lo scavalca. Impeccabile.

Gila 5,5: guardando la sua partita nel complesso si potrebbe dire peccato. Sì perché la sua partita prima della doppia ingenua ammonizione è praticamente perfetta. Fa ottima guardia e nessuno passa dalle sue parti. Poi perde la testa e si fa buttare fuori e questo gli fa perdere almeno un punto nella valutazione.

Hysaj 6: come Marusic, più che alla spinta guarda alla fase difensiva e anche lui, nonostante gli straordinari, riesce a dare il massimo. Tiene campo e posizione. Dal 46′ Lazzari 6: dà maggiori alternative sulla propria fascia e si vede in avanti.

Guendouzi 7: super partita per lui. Il centrocampista della Lazio gioca da mezzala e lo fa al meglio. Non rimane mai fuori posizione e riesce a spingere in avanti. In una di queste occasioni, non a caso, segna il gol che sblocca il match. Poi contiene e non lascia passare.

Cataldi 7: tanta sostanza per il giocatore biancoceleste. A centrocampo fa legna a non finire e impegna costantemente gli avversari ringhiando alle caviglie. Poi trova un super gol dalla distanza a dimostrazione delle eccelse doti balistiche.

Luis Alberto 7,5: nettamente il migliore in campo, questa sera ha nuovamente indossato i panni da Mago, quelli che gli si addicono di più. Incanta con il pallone tra i piedi e serve due assist decisivi. Dall’80’ Casale: s.v.

Isaksen 6: si può apprezzare soprattutto il suo impegno. Ha corso, a tratti a vuoto, ma ha provato a inserirsi e a correre a perdifiato per aiutare la squadra. Dal 75′ Pedro: s.v.

Immobile 5,5: gara non proprio perfetta per l’ex di giornata che prova a correre ma non tiene il passo e l’urto dei difensori. Lotta ma non sempre vince i duelli. Dal 55′ Castellanos 6: regge i contrasti avversari e lotta per tenere alti i suoi.

Felipe Anderson 6,5: il brasiliano non sta mai fermo. Corre per 90′ minuti ed è una spina nel fianco per la difesa torinese. Si inserisce e tiene la squadra alta.

Foto: LaPresse

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *