Seguici su

Le pagelle

Pagelle Cagliari-Napoli 1-1, voti Serie A: disastro Juan Jesus, non basta Osimhen, Luvumbo spietato

Pubblicato

il

Jakub Jankto
Jakub Jankto (© LaPresse)

PAGELLE CAGLIARI-NAPOLI

CAGLIARI

Scuffet 6. Il portiere del Cagliari non deve intervenire in particolari situazioni spinose. I tiri del Napoli non sono mai realmente velenosi e lui riesce a contenere le conclusioni.

Nandez 6,5. Partita di grande sacrificio e impegno per lui che viene spostato sulla fascia di destra in difesa e deve contenere gli attacchi azzurri. Lo fa al meglio e si getta anche in avanti.

Dossena 6,5. Gara ordinata per lui che non va mai realmente in affanno contro un Napoli il più delle volte sterile nelle sortite offensive. Fa buona guardia. Serve l’assist decisivo per Luvumbo.

Mina 6. Il centrale cagliaritano gioca una buonissima partita. Con esperienza riesce a contrastare fisicamente i calciatori azzurri e non va mai sotto pressione.

Augello 5. Se inizialmente gioca una partita senza grossi problemi, commette un’ingenuità clamorosa che costa carissimo ai suoi. Perde il sanguinosissimo pallone da cui nasce, poi, il vantaggio napoletano. Dal 77′ Oristanio: s.v.

Deiola 5,5. Gara complicata per lui che deve vedersela con il fisico centrocampo azzurro che lo impegna e non poco. A tratti sparisce dai rada e non riesce a dare il giusto contributo alla squadra.

Makoumbou 6. Tanta legna per lui a centrocampo che deve far sentire maggiormente il proprio fisico. Ci mette applicazione e impegno senza mai andare troppo in difficoltà.

Gaetano 6. Prova a impegnarsi al massimo contro la squadra che di fatto lo ha lanciato in massima serie. Svaria su tutto il fronte e prova a rendersi imprevedibile. Dal 61′ Viola: 6. Prova, con il suo estro, ad accendere i suoi ma non ci riesce con successo.

Jankto 5,5. Come quasi tutto il centrocampo del Cagliari deve applicarsi e non sempre è efficace nei contrasti e negli interventi. Si sente la mancanza delle sue giocate in un centrocampo spaesato. Dal 61′ Zappa: 6. Si adatta al ritmo gara e prova a spingere sulla fascia.

Luvumbo 7. Fumoso, l’angolano tenta  soprattutto inizialmente a correre su tutto il fronte di attacco per cercare di creare la superiorità numerica. Poi man mano si aliena dall’incontro, almeno sino al 96esimo quando approfitta della dormita di Juan Jesus e impallina Meret.

Lapadula 5,5. Gara incolore anche per lui che viene annullato, a tratti, dalla difesa del Napoli che non ha vita difficile con lui. Si muove ma a fatica tra le linee azzurre. Dal 61′ Pavoletti: s.v. Dal 76 Petagna: s.v.

NAPOLI

Meret 6. L’estremo difensore azzurro è concentrato per tutto il corso dei 90′ minuti ma non deve mai impegnarsi particolarmente tant’è che risulta essere spettatore non pagante. Non può assolutamente nulla sul gol di Luvumbo.

Mazzocchi 6. Partita da sufficienza per l’esterno del Napoli che non deve fare i conti con sortite offensive cagliaritane estremamente pericolose. Contiene bene. Dall’85’ Ostigard: s.v.

Rrahmani 6. Anche per lui l’incontro è da sufficienza piena. Nonostante l’autogol poi annullato per iniziale fuorigioco di partenza di Lapadula, riesce a contenere i giocatori sardi.

Juan Jesus 5. La partita del brasiliano almeno sino al 96esimo è da sei politico. Poi però il gravissimo errore nel finale è determinante: si lascia scappare alle spalle Luvumbo e lascia rimbalzare il pallone rimanendo a guardarlo senza intervenire.

Olivera 6. Poca spinta per lui sulla fascia ma tanto lavoro in difesa. Si impegna e riesce a portare a casa una gara buona senza nessun errore da ricordare.

Anguissa 6. Lavoro sporco per lui a centrocampo che deve vedersela con giocatori forti fisicamente e rognosi come quelli cagliaritani. Riesce a destreggiarsi bene.

Lobotka 6. A centrocampo deve gestire la sfera e, come suo solito, lo fa al meglio. Normale amministrazione per lui che detta i tempi di gioco per i compagni.

Zielinski 5,5. Manca quest’oggi alla sua squadra. Prova a impegnarsi ma il più delle volte è fuori posizione e non riesce a incidere sul match come dovrebbe e vorrebbe. Dal 79′ Cajuste: s.v.

Raspadori 6,5. Corre per tutta la fascia e prova a dare imprevedibilità nel corso delle sortite offensive. E il suo lavoro viene premiato quando con uno straordinario scatto serve l’assist per il gol di Osimhen che apre il match. Dal 79′ Lindstrom: s.v.

Osimhen 7. Gara di estremo sacrificio per il nigeriano che deve affrontare una difesa spigolosa e fisica come quella cagliaritana. Approfitta di un grandissimo assist di Raspadori e mette dentro la sfera. Qualche minuto più tardi si divora il gol del raddoppio che però sarebbe stato annullato per fuorigioco. Dall’85’ Simeone: s.v.

Kvaratskhelia 5,5. L’esterno georgiano non entra mai realmente in partita. Si aliena sulla fascia e difficilmente i compagni lo trovano attento e in partita. Dal 74′ Politano: 5,5. Egoista, non serve un pallone ghiottissimo che avrebbe chiuso il match e preferisce andare alla conclusione che si spegne sul fondo.

Foto: LaPresse

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *