Seguici su

Le pagelle

Pagelle Milan-Atalanta 1-1, voti Serie A: Leao segna e incanta, De Ketelaere evanescente

Pubblicato

il

Leao-Milan/LaPresse

Milan-Atalanta, gara che chiude la domenica della 26esima giornata della Serie A. Gli uomini di Pioli contro quelli di Gasperini. A San Siro la sfida valida per un posto in Champions finisce 1-1: al gol di Leao risponde il rigore di Koopmeiners. Ecco le pagelle del match.

PAGELLE MILAN-ATALANTA 1-1

MILAN

Maignan 6 – Rispetto alle altre gare, oggi la sua presenza in fase d’impostazione è fondamentale per attirare il pressing dell’Atalanta. Sempre presente quando viene chiamato in causa.
Florenzi 6 – Gara di grande spinta per il terzino rossonero, che si fa apprezzare in entrambe le fasi. Contro il Monza aveva maledettamente sofferto la qualità degli avversari, oggi si destreggia molto bene (57′ Calabria 6 – Ha sul mancino una grande occasione, ma solo uno strepitoso Carnesecchi gli nega il gol).
Thiaw 6 – Il duello con De Ketelaere prima e Lookman poi è molto accattivante: cerca sempre di giocare d’anticipo per evitare di concedere spazio agli attaccanti avversari. Manda un segnale dopo la gara con il Monza.
Gabbia 6 – Da quando è tornato, complice anche gli infortuni, non ha mai lasciato il campo. Le sue prestazioni continuano a rasentare la perfezione, confermandosi in un gran momento.
Hernandez 6,5 – Attacca con grande veemenza per tutta la gara mettendo in mostra tutte le sue qualità, soprattutto quelle caratteriali. Nel primo tempo si rende autore di un recupero strepitoso in area di rigore: capitano vero.
Adli 6,5 – Rispetto alla gara con il Monza fa dei grandi passi in avanti, soprattutto nell’intesa con Bennacer. Oggi gioca lui da regista dando grande intensità alla squadra. Fondamentale anche in fase di copertura.
Bennacer 6 – Pioli lo usa da incursore e lui lo fa bene, soprattutto nel primo tempo. Se portato più vicino agli attaccanti può essere decisivo grazie alla sua qualità (79′ Musah sv).
Pulisic 5 – Non è al massimo della condizione e questa sera si vede. Non riesce mai a entrare nel ritmo richiesto dalla gara, risultando veramente poco incisivo. Ha sul mancino la palla della vittoria, ma spreca da pochi passi (88′ Okafor sv).
Loftus-Cheek 6 – Accende un gran duello tutti fisico con il centrocampo dell’Atalanta, uscendone spesso vincitore. Il suo dinamismo è arma fondamentale per questo Milan.
Leao 7 – In Serie A non segnava da settembre e decide di stappare la partita con un gol meraviglioso. Quando accelera crea sempre il panico nella difesa dell’Atalanta: Rafa is back?
Giroud 5,5 – E’ veramente ingenuo nell’episodio che porta al rigore del pareggio. Questa sera, complice la marcatura strettissima di Djimsiti, non riesce mai a entrare nel vivo del gioco.

All. Stefano Pioli 6 – I suoi ragazzi capiscono l’importanza della partita e approcciano bene la gara, poi il rigore del pareggio scombussola un po’ i piani. La Juve allunga in classifica, ma è comunque un buon punto guadagnato.

ATALANTA

Carnesecchi 6,5 – Non può assolutamente nulla sulla sassata di Leao che sblocca la partita. Nel secondo tempo risponde in maniera strepitosa su Calabria prima e su Loftus-Cheek poi. Titolare indiscusso.
Scalvini 6,5 – Dopo un inizio in grande sofferenza contro Leao, prende le misure dell’attaccante del Milan e si rende autore di una prova di grande personalità. Una prestazione che profuma molto di Nazionale (89′ Toloi sv).
Djimsiti 6 – Giroud è un avversario sempre ostico da marcare, ma lui sfodera un’altra grande prestazione, soprattutto dal punto di vista della concentrazione. Una prestazione da leader vero.
Kolasinac 6,5 – Prende subito le misure a Pulisic e non lo lascia quasi mai andare via dalla sua parte. Nel secondo tempo sale in cattedra anche in fase di costruzione.
Holm 6 – Si fa sorprendere subito da Leao sul gol del vantaggio, poi prende le misure e conquista anche il rigore del pareggio. L’ammonizione a fine primo tempo porta Gasperini a toglierlo a inizio ripresa (46′ Zappacosta 6 – Entra molto bene applicandosi in marcatura su Leao).
De Roon 6 – Come i compagni, inizia molto sotto tono. Ma quando entra in gara comincia ad alzare i giri del motore alzando la diga a centrocampo. Ormai va considerato un top player.
Ederson 6,5 – A inizio partita soffre molto la fisicità del centrocampo del Milan, poi nella ripresa si prende la scena mettendo in mostra tutte le sue qualità su un campo prestigioso come quello di San Siro. E’ un gran bel giocatore.
Ruggeri 6 – Insieme a Kolasinac è sempre attento e concentrato su Pulisic, non concedendo praticamente nulla all’attaccante statunitense. Gasp continua a dargli fiducia e lui ripaga (79′ Hien sv).
Koopmeiners 6,5 – Non gioca una partita estremamente brillante, ma nel momento decisivo si fa trovare pronto: rigore perfetto e decimo gol stagionale. E’ l’uomo in più della Dea.
Miranchuk 5,5 – La fisicità di Gabbia lo mette in grande difficoltà e non riesce mai a far vedere la sua grande qualità. Spesso viene anticipato dai difensori, Gasp lo toglie dopo un’ora (63′ Scamacca 5 – L’Atalanta aveva bisogno di un riferimento in avanti, ma lui non c’è mai: può fare meglio).
De Ketelaere 5 – Insieme a Leao era l’uomo più atteso della serata, ma non brilla. Thiaw lavora bene su di lui non concedendogli mai spazio: la sua gara dura solo un tempo (46′ Lookman 5,5 – Prova a spaziare su tutto il fronte d’attacco senza mai incidere veramente).

All. Gian Piero Gasperini 6 – Vincere oggi avrebbe significato riaprire definitivamente la lotta per la Champions. La sua squadra non brilla particolarmente sul prato di San Siro, ma porta a casa un punto importante.

Puoi seguire OA Calcio su Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *