Seguici su

Azzurri

Promossi e bocciati di Italia-Albania: Barella faro a centrocampo, Calafiori centrale consumato

Pubblicato

il

Debutto positivo per l’Italia ad Euro 2024. Gli azzurri si prendono i tre punti nella prima partita del girone B contro l’Albania, fornendo una gran prova di carattere dopo il gol a freddo di Bajrami ribaltando il risultato con Bastoni e Barella. Vediamo chi sono i promossi e i bocciati, o meglio dire rimandati, di questi novanta minuti.

PROMOSSI

Nicolò Barella: il giocatore di maggior spessore di questa Nazionale. Si temeva per le sue condizioni fisiche, il centrocampista dell’Inter risponde con una prova di grande sostanza e con il gol che fa tirare definitivamente un sospiro di sollievo agli azzurri. Imprescindibile.

Riccardo Calafiori: in un anno è passato da essere un terzino di medio livello ad uno dei centrali più in vista del panorama italiano. Spalletti gli regala la titolarità e risponde benissimo, da centrale consumato, facendo buona guardia su Broja e provando a far sentire la sua voce anche in fase di costruzione. Unico squillo negativo il mezzo svarione su cui Donnarumma mette una pezza, ma è sempre alla terza partita in Nazionale.

RIMANDATI

Lorenzo Pellegrini: dovrebbe essere la fantasia di questa Nazionale, ma invece Spalletti non ottiene moltissimo dai suoi piedi. Certo, l’assist del pareggio di Bastoni è opera sua, ma l’impressione è che possa fare qualcosa di più, vedendosi poco nel corso della gara. Chiaro, parlare di bocciatura è quantomeno esagerato.

Gianluca Scamacca: più rifinitore che centravanti. Cerca di non dare punti di riferimento, si inventa un passaggio da spellarsi le mani per Frattesi e solo il palo gli nega un meritato assist. Ma deve essere più aggressivo sotto porta, a partire dalla prossima partita con la Spagna.

Continua a leggere le notizie di OA Sport Calcio e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *