Seguici su

Azzurri

Scamacca non segna, ma è il riferimento offensivo che serve all’Italia

Pubblicato

il

Gianluca Scamacca

Gli Europei 2024 che si stanno disputando in Germania sono ufficialmente iniziati ieri sera anche per l’Italia di Luciano Spalletti. Gli Azzurri sono infatti scesi in campo nella prima partita della competizione continentale e sono riusciti a vincere, in rimonta, contro l’Albania di Sylvinho. Dopo appena 20′ secondi, il gol più veloce nella storia degli Europei, l’Italia è andata subito sotto: decisiva una rimessa laterale mal calibrata da Dimarco e il gol del rapinatore d’area di rigore Bajrami.

La reazione è però subito arrivata e prima Bastoni, poi Barella (entrambi “interisti”), sono stati in grado di ribaltare la Nazionale albanese. Un successo fatto di gestione, risposte, grinta ma anche sofferenza nel finale con Manaj vicinissimo alla rete del pareggio schermato solamente da un attento Donnarumma bravo a uscire a valanga sul giocatore chiudendogli lo specchio di tiro.

Chi si è visto di meno invece, è stato l’attesissimo Gianluca Scamacca. L’attaccante dell’Atalanta fresco campione dell’Europa League, è stato seguito dalla difesa albanese e in particolare dal compagno di squadra Djimsiti. Marcato stretto, è riuscito in ogni caso a liberarsi, a fare sponde e a tenere alta la squadra. Il gol non è arrivato ma la prestazione, di sacrificio, non è di certo mancata.

Cosa si può chiedere di più? Maggiore incisività sotto porta, come in occasione della cannonata rasoterra respinta da Strakosha e maggior peso in avanti così come nelle retrovie nelle fase delicate del match. Le potenzialità ci sono tutte e non si discutono.

Foto: LaPresse

Continua a leggere le notizie di OA Sport Calcio e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *