Seguici su

Azzurri

Spalletti rivoluzionerà la squadra per Italia-Croazia? Le ultime sulle scelte del CT azzurro

Pubblicato

il

Spalletti / LaPresse

L’Italia non può più sbagliare. Gli azzurri si giocheranno la qualificazione per gli ottavi di finale ad Euro 2024 nell’ultimo match del girone B. La formazione di Luciano Spalletti dovrà sfidare la Croazia, avversaria insieme all’Albania per la seconda posizione nel raggruppamento. Dopo la pessima prestazione con la Spagna, l’Italia deve reagire per evitare un’ulteriore delusione dopo le esperienze negative vissute dalla squadra azzurra da quella notte dell’11 luglio di tre anni fa, giorno della vittoria dell’Europeo, evento spartiacque della storia della Nazionale.

La partita con la Spagna ha sancito l’inferiorità della formazione di Spalletti rispetto alle big del calcio internazionale. Gli azzurri si sono persi, allungati, non riuscendo più ad organizzarsi per poter imbastire un gioco offensivo e divertente. L’Italia è stata letteralmente surclassata dal pressing della Spagna, formazione che ha avuto la capacità di rinnovarsi negli uomini e nell’identità, passando da un gioco elaborato e di possesso a un calcio più diretto e fisico.

Nella sfida di giovedì tutti – eccezion fatta per un Donnarumma d’antologia – sono responsabili della prestazione negativa. A partire dal CT Spalletti, probabilmente legato eccessivamente ai propri principi tattici per poter snaturare completamente la sua squadra. Con il senno di poi, contro la Spagna serviva cambiare pelle, tornare ai vecchi principi che hanno contraddistinto l’Italia nel mondo. Un ritorno al passato che forse era necessario solamente nella sfida di giovedì per evitare una prestazione così mediocre come quella con gli iberici.

Per il match con la Croazia, Spalletti si servirà di qualche cambiamento per provare a dare una scossa alla sua squadra. Sulla fascia destra, Matteo Darmian dovrebbe prendere il posto di uno spento Giovanni Di Lorenzo. A centrocampo, Davide Frattesi giocherà avanzato sulla linea dei trequartisti, e al posto di Lorenzo Pellegrini occhio alla sorpresa rappresentata da Mattia Zaccagni. Il modulo non cambierà, sebbene un centrocampista di sostanza in più non farebbe male.

Continua a leggere le notizie di OA Sport Calcio e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *