Seguici su

Calcio estero

Cartellino rosa e cartellino blu: cosa sono le possibili novità? Tra espulsioni a tempo e non sostituzioni

Pubblicato

il

Pallone da calcio

Lo scorso 2 marzo a Glasgow si era parlato della possibile introduzione, in serie minori, del cartellino blu, o meglio azzurro. Si sarebbe dovuto trattare di un’espulsione a tempo in grado di stoppare per 10 minuti i giocatori colpevoli di proteste e falli tattici antisportivi. L’idea sembra oramai accantonata mentre sta prendendo largo la strada che porta verso l’introduzione del cartellino rosa.

La Federazione Sudamericana (CONMEBOL) ha ufficializzato che nel corso della Copa America è stato introdotto il cartellino rosa. A a cosa serve? Può essere utilizzato in caso di sospetto trauma cranico o commozione celebrale di un giocatore. “Se la squadra decide di effettuare la sostituzione per commozione cerebrale, verrà informato l’arbitro principale o il quarto uomo.

Per tale sostituzione verrà utilizzata una tessera rosa, diversa da tutte le altre”. Questo quanto presente all’interno del comunicato ufficiale.

Foto: LaPresse

Continua a leggere le notizie di OA Sport Calcio e segui la nostra pagina Facebook

Clicca per commentare

Tu cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *